Truffe romantiche: i consigli di Panda Security per proteggersi dai raggiri

Secondo la Polizia Postale, nel 2021 le truffe romantiche hanno fruttato ai criminali quasi 5 milioni di euro. E questi sono i dati dell’Italia, mentre la situazione di altri paesi come gli Stati Uniti è ben peggiore: 1,3 miliardi di dollari nel 2022.

Questi dati parlano da soli: le truffe sentimentali sui siti di incontri e sui social sono uno dei grandi problemi della cybersecurity di oggi e possono colpire chiunque. La buona notizia è che non è difficile smascherare un truffatore di questo tipo, perché ci sono molti indizi che possono tradire la sua natura.


Cos’è una truffa romantica

Le truffe romantiche o sentimentali, in inglese conosciute come romance scam, sono un’ampia categoria di truffe con cui il criminale inizia una finta relazione sentimentale con la vittima (quasi sempre una donna) per rubarle denaro o dati riservati. La maggior parte di queste truffe inizia su un sito o un’app di incontri come Tinder, ma spesso utilizzano più canali e si muovono rapidamente su social network e chat private, dove i truffatori possono operare con maggiore tranquillità.

Come dicevamo, l’obiettivo finale è quasi sempre il denaro, ma in alcuni casi il criminale mette in atto una truffa romantica per trovare i dati personali della vittima e usarli in altre truffe, furti di identità o riciclaggio di denaro sporco.

Vediamo come si articola una tipica truffa romantica:

  1. Il criminale contatta la vittima su un sito di incontri e inizia il corteggiamento.
  2. Finge presto di essere innamorato e cerca di instaurare una relazione virtuale con la vittima.
  3. Adduce motivi plausibili per non poterla incontrare di persona.
  4. A un certo punto, inizia a chiedere favori o direttamente denaro.
  5. Una volta raggiunto il suo obiettivo, sparisce nel nulla.

Si tratta di un modello molto generale, che varia da caso a caso e, soprattutto, in base alle tecniche e i trucchi impiegati dal truffatore. Vediamo quali sono quelli più diffusi.

Tipi di truffe romantiche

Come abbiamo accennato, le variabili in queste truffe sono moltissime, dalla piattaforma online all’espediente per chiedere denaro, fino ai motivi per non poter incontrare di persona la vittima. Vediamo quali sono i tipi di truffe sentimentali più diffusi:

Richieste di denaro

Il raggiro romantico più semplice si basa su una richiesta diretta di denaro o regali, che viene avanzata dopo un certo periodo di tempo in cui il truffatore si è guadagnato la fiducia della vittima.

Ricerca di dati personali

In certi casi, l’obiettivo del criminale non è il denaro della vittima, ma i suoi dati personali. Dalle conversazioni che ha con la vittima, il truffatore può estrarre o inferire informazioni personali e, con queste, provare ad accedere ai suoi account online o alla rete dell’azienda per cui lavora. Nell’ambito della cybersicurezza, questa pratica prende il nome di social engineering.

Furto di identità

Alcuni cybercriminali sfruttano le vittime per raccogliere i loro dati (e a volte anche copie dei loro documenti) con il fine ultimo di utilizzare la loro identità online e compiere altre truffe ben peggiori.

Siti di incontri falsi

Alcuni truffatori cercano subito di convincere la vittima a iscriversi su un altro sito o app di incontri fasullo. Su questi siti, alla vittima viene chiesto di introdurre molte informazioni personali, di pagare delle quote per servizi speciali o, ancora peggio, possono essere infetti da malware.

Investimenti in criptovalute

Alcuni truffatori scelgono la strada delle crypto: menzionano spesso l’argomento, fin dalle prime conversazioni con la vittima. Poi, un giorno, quando hanno già guadagnato la sua fiducia, le propongono un investimento di una somma ingente di denaro. Una volta ottenuta, ovviamente, spariscono nel nulla.

Truffa dell’eredità bloccata

Questa truffa è vecchia quanto internet: il suo canale per eccellenza è l’email, ma ultimamente è approdata anche sui siti di incontri. Questo perché, come qualsiasi altra truffa, funziona molto di più se la vittima si fida dell’impostore. La truffa consiste nel far credere alla vittima che si deve ricevere una grande eredità, ma che non è possibile a causa di un impedimento legale e una tassa che bisogna pagare in anticipo. Il truffatore chiede alla vittima di prestargli il denaro promettendo di condividere con lei l’eredità.

Sextortion

Sui siti di incontri, dopo alcune interazioni è normale inviarsi privatamente qualche foto, a volte anche intima. Un tipo di minaccia online a cui bisogna fare particolarmente attenzione è la sextortion, ovvero l’estorsione di denaro in cambio di non divulgare foto, conversazioni o video intimi.

Truffa dell’autenticazione a 2 fattori

Questa è un po’ più elaborata, ma molto efficace. Il cybercriminale dice alla vittima di non riuscire a ricevere il codice di autenticazione per accedere a un servizio online e le chiede se può riceverlo sul suo telefono. In realtà, il truffatore sta provando ad accedere a un account della vittima, che riceverà sul telefono il suo codice monouso, dando libero accesso al criminale.

Queste sono le truffe più diffuse online, che iniziano su siti e app di incontri e continuano su più canali, cercando di far innamorare la vittima, ottenere la sua fiducia e fare la mossa finale per rubarle denaro o dati personali.


Come riconoscere una truffa sentimentale

In realtà, nonostante la bravura di molti truffatori, riconoscere una truffa su un sito di incontri online è facile, perché tutte hanno in comune alcune caratteristiche sospette:

  • Il profilo del truffatore è quasi perfetto (soprattutto le foto).
  • Evita in tutti i modi di incontrare la persona fisicamente. Spesso afferma di lavorare come medico marittimo o nell’esercito.
  • Cerca di portare rapidamente la relazione a un livello più personale e intimo.
  • Evita anche di partecipare a chiamate o videochat.
  • A un certo punto, inizia a chiedere regali o denaro.
  • Fa domande molto personali.
  • Cerca di passare il prima possibile a un canale più privato, come WhatsApp.

Se noti qualcuno di questi segnali, ti consigliamo di fare attenzione e valutare la possibilità di essere di fronte a un truffatore. In generale, sui siti di incontri come nel resto di internet vale la massima “se qualcosa sembra troppo bello per essere vero, quasi sicuramente non lo è”.

Come proteggersi dalle truffe romantiche

Prevenire questo tipo di minacce online non è facile, perché i truffatori scelgono un ampio ventaglio di profili di persone per le proprie truffe sentimentali. Ci sono però alcune cose che ti aiuteranno a correre meno rischi online ed esporti il meno possibile a questo tipo di cybercrimine.

Innanzitutto, condividi meno informazioni personali possibili e cerca di differenziare il tuo profilo sul sito di incontri da quelli pubblici sui social network, per impedire ai criminali di incrociare i dati.

Se il rapporto online con una persona si fa più frequente e intenso, ma nutri qualche sospetto in base ai comportamenti anomali di cui abbiamo parlato poco sopra, puoi fare qualche ricerca online. Ad esempio, potresti fare una ricerca con Google Lens delle foto di questa persona, per scoprire se si tratta di un profilo falso.

Infine, è importante proteggere al meglio i tuoi account e i tuoi dispositivi: utilizza l’autenticazione a 2 fattori, installa un buon antivirus e utilizza un password manager per creare password complesse e uniche.

Abbiamo visto i tipi di truffe romantiche più diffusi e i segnali che devono fare insospettire. Inoltre, abbiamo condiviso alcuni consigli pratici per proteggersi dalle truffe online, soprattutto da quelle romantiche. Concludiamo con un’informazione importantissima: se pensi di essere vittima di una truffa sentimentale, denunciala alla Polizia Postale o in una stazione di polizia e, se temi per la tua incolumità, contatta un’associazione contro la violenza di genere, come la rete D.i.Re (Donne in Rete Contro la Violenza) per farti aiutare.

135 visualizzazioni

ARTICOLI CORRELATI