Tap Air Portugal ottiene un punteggio migliore rispetto agli altri vettori nella valutazione del rischio di sostenibilità

TAP Air Portugal ha ricevuto un rating di rischio ESG di 24,4 ed è stata valutata a medio rischio di impatti finanziari significativi derivanti da fattori ESG da parte di Morningstar Sustainalytics. In questa valutazione TAP Air Portugal ha ottenuto un punteggio migliore rispetto al 92% delle compagnie aeree presenti nella classifica a livello globale, posizionandosi al 2° posto tra le 14 compagnie aeree europee analizzate e al 6° posto sul totale delle 71 compagnie aeree valutate a livello mondiale.  

Il rating del rischio ESG è il risultato di una combinazione dei rating dell’esposizione e della gestione del rischio ESG dell’azienda. L’esposizione complessiva al rischio di TAP Air Portugal è di livello medio e simile alla media del settore, mentre la gestione complessiva delle questioni ESG rilevanti da parte della compagnia aerea è stata giudicata forte e superiore alla media del settore.

TAP riconosce la rilevanza della sostenibilità come asse trasversale alle proprie prestazioni e alla propria posizione competitiva sul mercato e definisce le proprie strategie con un focus sulla gestione responsabile e consapevole delle risorse naturali e sociali. L’approccio di TAP alla sostenibilità si basa su un modello di gestione olistico, che tiene conto dell’importanza della dimensione ambientale e sociale e della necessità di garantire la resilienza finanziaria dell’azienda. 

I punteggi di rischio ESG di Morningstar Sustainalytics misurano l’esposizione di un’azienda ai rischi ESG significativi specifici del settore e la capacità di gestire tali rischi. Questo metodo multidimensionale di misurazione del rischio ESG combina i concetti di gestione e di esposizione per ottenere una valutazione del rischio ESG, vale a dire un punteggio totale di rischio ESG non gestito –  ESG Risk Rating – che sia comparabile tra tutti i settori. I punteggi di rischio ESG di Sustainalytics forniscono una misura quantitativa del rischio ESG non gestito e indicano cinque livelli di rischio: trascurabile, basso, medio, alto e severo. 

59 visualizzazioni

ARTICOLI CORRELATI