Takko Fashion lancia il suo primo rapporto di sostenibilità

L’azienda mira a reperire il 100% del cotone utilizzato nella produzione da fonti sostenibili entro il 2027 e a ridurre le emissioni del 30% entro il 2030.

Takko Fashion, il principale fashion discount europeo di abbigliamento di qualità, pubblica il suo primo rapporto di sostenibilità, che offre una panoramica delle attività sociali e ambientali dell’azienda di moda a partire dall’esercizio finanziario 2022/2023, conclusosi lo scorso 31 gennaio 2023.

Tjeerd Jegen, Ceo di Takko Fashion dichiara: “Tutti dovrebbero potersi permettere una moda di qualità proveniente da una produzione sostenibile e responsabile. In veste di fashion discounter di qualità è nostro compito rendere tutto ciò possibile ai nostri clienti. Nel nostro rapporto di sostenibilità mostriamo come vogliamo raggiungere questo obiettivo”. Il rapporto di sostenibilità di Takko Fashion si basa su un’analisi di materialità che valuta l’impatto degli aspetti di sostenibilità sul business, sulla società e sull’ambiente. I risultati sono registrati nel quadro di riferimento Esg e spiegati dettagliatamente nel documento.

Dirk Stolz, responsabile Esg di Takko Fashion afferma: “Il quadro ESG rende particolarmente chiaro che Takko Fashion è già molto avanti riguardo la sostenibilità, poiché da dodici anni collaboriamo con la Fair Wear Foundation per migliorare le condizioni di lavoro nei paesi di produzione. Vogliamo continuare ed espandere queste attività, mentre in futuro incrementeremo ulteriormente le nostre misure a sostegno dell’ambiente, ponendoci obiettivi ambiziosi”.

Tra gli altri intenti, l’azienda vuole ridurre le proprie emissioni del 30% entro il 2030 per arrivare a zero emissioni di gas serra entro il 2045, parallelamente agli obiettivi climatici del governo tedesco.

Nel suo rapporto di sostenibilità, Takko Fashion fornisce anche informazioni sui materiali utilizzati nei suoi prodotti: entro i prossimi quattro anni, l’azienda intende approvvigionarsi al 100% di cotone proveniente da coltivazioni sostenibili. Nell’ultimo esercizio finanziario 2022/2023, il brand di moda per tutta la famiglia ha già utilizzato il 55% di cotone sostenibile attraverso la Better Cotton Initiative. In futuro, entro il 2030, il 90% dei prodotti verrà realizzato con materiali sostenibili o riciclati.

“Sono molto orgoglioso di vedere una forte approvazione e un caloroso sostegno nella nostra azienda per la nostra visione: ‘Vestiamo il mondo con rispetto per le persone e per il pianeta’. Per intensificare e accelerare ulteriormente le nostre attività dedicate alla sostenibilità, nell’ultimo anno finanziario abbiamo creato un dipartimento ESG, che risponde direttamente alla direzione. Inoltre, abbiamo già ben 28 persone nel dipartimento CSR, che si occupano anche dell’audit dei nostri fornitori nei paesi di produzione”, spiega Tjeerd Jegen. “I prossimi passi importanti per i nostri team sono, ad esempio, il calcolo delle emissioni totali di portata 1-3 e l’attuazione di misure ecologiche nella catena di approvvigionamento”.

Takko Fashion ha deciso di tracciare e dimostrare in modo trasparente le proprie attività di sostenibilità collaborando strategicamente con partner e iniziative esterne come la Fair Wear Foundation e la Partnership for Sustainable Textiles. L’azienda intende inoltre utilizzare in futuro materiali certificati. Inoltre, l’azienda ha recentemente ottenuto la certificazione per il Global Recycled Standard (GRS) e il Recycled Claim Standard (RCS) e ha iniziato ad approvvigionarsi di fibre di viscosa ECOVERO™ più sostenibili da Lenzing nel 2022.

In futuro, l’azienda intende aggiornare annualmente gli stakeholder sui progressi delle sue attività sociali e ambientali. La pubblicazione del prossimo rapporto di sostenibilità è prevista per maggio 2024.

57 visualizzazioni

ARTICOLI CORRELATI