Stampa
Categoria: Primo Piano
Visite: 179

Sofidel migliora le proprie prestazioni ambientali.

Sofidel migliora ancora le proprie prestazioni all’interno del Carbon Disclosure Project Report 2018, che fornisce a imprese e città un sistema globale per la misurazione e rendicontazione di informazioni riguardanti l’impatto ambientale. Il Gruppo, noto in Italia in particolare per il marchio Regina, ha ottenuto un rating A- nella categoria Climate Change e un rating A- nella categoria Forests Timber, collocandosi in entrambi i casi nella fascia più alta (Leadership) del report.

Nel suo settore, Paper & Forestry, Sofidel si classifica tra le prime aziende nella categoria Climate Change, al di sopra della media di settore mondiale (C) ed europea (B-), e tra le prime imprese nella categoria Forests Timber, sopra alla media di settore mondiale (B-) ed europea (B-). Restringendo lo sguardo all’Italia, fra le 120 società analizzate, Sofidel si colloca al primo posto, ex aequo, tra le realtà che hanno ottenuto un rating A- nella sezione Forests Timber. CDP è un’organizzazione non-profit internazionale presente in 50 paesi che fornisce a imprese, città, stati e regioni un sistema globale per la misurazione, la divulgazione, la gestione e la condivisione di informazioni riguardanti l’impatto ambientale, garantendo agli investitori finanziari dati da utilizzare per le loro decisioni. All’organizzazione fanno capo oltre 650 investitori istituzionali, per un valore gestito di 87.000 miliardi di dollari. La ricerca ha valutato oltre 7.000 società nel mondo.

Nel 2016, il Gruppo era stato già premiato da CDP come Best Voluntary Responder Italy per aver ottenuto il rating B tra le aziende che parteciparono volontariamente al programma CDP Italy Climate Change Report 2016, divulgando dati e prestazioni relative alla lotta ai cambiamenti climatici. Nel 2017, nelle stesse categorie Climate Change e Forests Timber, Sofidel aveva ottenuto il rating B. Il Gruppo fa della sostenibilità una leva strategica di sviluppo e di crescita, ponendosi l’obiettivo di ridurre al minimo i propri impatti ambientali e massimizzare i benefici sociali. L’obiettivo finale è la realizzazione di prodotti dall’impronta ecologica sempre più ridotta e allo stesso tempo più performanti, che contengano quote sempre più ridotte di capitale naturale. Prima azienda manifatturiera italiana e prima azienda al mondo nel settore tissue ad aver aderito al progetto WWF Climate Savers, a oggi Sofidel ha ridotto le emissioni dirette di CO2 in atmosfera del 20,6% (riduzione della carbon intensity, 2009-2017) grazie a investimenti sull’efficienza energetica, all’impiego di impianti di cogenerazione e all’utilizzo di energie rinnovabili.

Un altro fondamentale ambito di azione riguarda l’approvvigionamento di cellulosa certificata da terze parti indipendenti con schemi di certificazione forestale (FSC, FSC Controlled Wood, SFI, PEFC) che ha raggiunto quota 100%.