Nuove celle di stagionatura per lo speck di Recla: + qualità e -30% di energia utilizzata

L’azienda familiare altoatesina – giunta alla terza generazione – produce lo Speck Alto Adige IGP coniugando il gusto della tradizione culinaria con l’innovazione. La lunga stagionatura dei prodotti rispecchia il forte collegamento col territorio ed i suoi valori tipici come la semplicità e la genuinità.

La sostenibilità è un principio di azione per la gestione delle risorse, attraverso il quale si vuole garantire la naturale capacità rigenerativa dei sistemi coinvolti. Non si tratta di una condizione statica, ma di un processo continuo.

Per garantire la massima qualità dei propri prodotti, l’azienda ha completato la modernizzazione delle proprie celle di stagionatura, un progetto iniziato circa tre anni fa che ha comportato l’installazione di nuovi sistemi di ventilazione.

I sistemi di climatizzazione/ventilazione sono fondamentali per i prodotti stagionati, che lavorano con l’aria esterna. I nuovi sistemi di Recla consentono un controllo più accurato della temperatura e dell’umidità nelle celle di stagionatura. Questo permette di garantire una stagionatura uniforme e ottimale dei prodotti, con un conseguente miglioramento della qualità.

Inoltre, i nuovi sistemi utilizzano refrigeranti naturali, che sono meno inquinanti rispetto ai refrigeranti tradizionali. Questo contribuisce anche a ridurre l’impatto ambientale dell’azienda.

Grazie a questi interventi, Recla è riuscita a ridurre l’uso energetico del 30%, migliorare la qualità dei prodotti e garantire un maggiore controllo e velocità di reazione ai cambiamenti dei parametri esterni di temperatura.

La modernizzazione delle celle di stagionatura è un esempio concreto dell’impegno di Recla per la sostenibilità. L’azienda è da sempre attenta alla tutela dell’ambiente e si impegna a ridurre il proprio impatto ambientale in tutti i processi produttivi.

50 visualizzazioni

ARTICOLI CORRELATI