NEC illumina lezioni e riunioni con i nuovi proiettori serie P

NEC Display Solutions ha lanciato tre nuovi proiettori, modelli P554U, P554W e P603X, nella sua serie P specificatamente studiati per le sale riunioni e gli ambienti education. Questi proiettori garantiscono livelli di luminosità fino a 6.000 ANSI lumen e colori brillanti grazie alla tecnologia LCD, che assicura presentazioni chiare e nitide con elevati livelli di contrasto.

Le scuole e le aziende, in generale, hanno grosse aspettative rispetto ai livelli di performance ed affidabilità dei proiettori: oltre ad un’incredibile qualità delle immagini viene richiesta una lunga durata di vita dei prodotti ed una bassa manutenzione. Con il sistema brevettato di protezione del pannello LCD dalla polvere e la lunga durata della lampada, la nuova serie P di NEC è progettata per rispondere proprio a queste esigenze. Un ampio zoom ed un lens shift orizzontale/verticale permettono di orientare la proiezione sullo schermo esistente, mentre la nuovissima tecnologia d’interfaccia ne fanno la soluzione ideale per quel tipo di utenza alla ricerca di soluzioni flessibili e assicurate nel futuro.

Enrico Sgarabottolo, Sales Director TIGI di NEC Display Solutions Division commenta: “NEC sta lavorando incessantemente sull’evoluzione dei propri proiettori per rispondere ai bisogni dei vari settori industriali. Con la nuova serie P abbiamo sviluppato una soluzione estremamente sostenibile, grazie alla lunga durata della lampada ed al filtro, che consente sostituzioni a grandi intervalli. Tutto ciò concorre a tenere i costi e gli interventi di manutenzione molto bassi. La nuova linea rappresenta, pertanto, la soluzione ideale per applicazioni nei settori corporate ed education, entrambi molto attenti sul fronte dell’affidabilità.”

I proiettori della nuova serie P sono la scelta perfetta per chi ha deciso di effettuare un upgrade dei propri prodotti, sostituendo quelli vecchi senza doversi sobbarcare ulteriori spese di installazione. E’ possibile, infatti, risparmiare tempo e risorse grazie all’utilizzo delle strutture di montaggio esistenti.

165 visualizzazioni

ARTICOLI CORRELATI