Stampa
Categoria: Home & Food
Visite: 396

L’ortofrutta biologica presente all’evento Disco Soup per il trentennale del Banco Alimentare.

Brio, azienda leader per l’ortofrutta biologica, ha festeggiato i trent’anni del Banco Alimentare aderendo all’evento Disco Soup che si è tenuto sabato 8 giugno presso la sede del Banco Alimentare a Moncalieri, organizzato da Slow Food dell'Università di Scienze Gastronomiche.

Nata nel 2012 a Berlino, la Disco Soup ha in pochi anni conquistato 25 nazioni in 5 continenti, dalla Francia alla Grecia, dagli Stati Uniti all’Italia, diventando un vero e proprio movimento di sensibilizzazione contro lo spreco alimentare. L’idea è semplice: cucinare e gustare insieme a ritmo di musica zuppe, insalate, frullati utilizzando eccedenze alimentari e parte della frutta e verdura che solitamente viene scartata. 4 squadre protagoniste, composte da 80 ragazzi dell’UNISG e 9 tra i migliori chef di Torino - Massimiliano Brunetto, Maurizio Camilli, Silvia Ling, Alessandro Mecca, Marco Miglioli, Giorgio Picco, Luca Taretto, Fabrizio Tesse, Mauro Virdis - si sono sfidati per realizzare freschi e gustosi piatti anti-spreco con l’ortofrutta biologica di Brio.

L’iniziativa ha l’obiettivo di sensibilizzare alla tematica dello spreco alimentare accrescendo la consapevolezza del recupero del cibo, valorizzato da ricette semplici e veloci; spreco che lungo tutta la filiera dell’ortofrutta ha un’incidenza significativa ma che può essere limitato con esempi virtuosi di realtà produttive, distributive e associative.

Brio SpA nasce nel 1993 come azienda commerciale della Cooperativa La Primavera, fondata nel 1989 da 15 agricoltori che hanno condiviso i valori dell’agricoltura biologica e il forte legame con la terra. Oggi è il produttore di riferimento per l’ortofrutta biologica aggregando 443 aziende agricole biologiche presenti su tutto il territorio nazionale, con una superficie coltivata pari a 1.690 ettari, una produzione annua di circa 45.000 tonnellate e un fatturato come Gruppo Brio di oltre 75 mln di Euro. Grazie alle sinergie e alla collaborazione con i gruppi Alegra, Agrintesa e Apo Conerpo, entrati nel 2014 nella compagine societaria e alla joint venture con Alce Nero e La Linea Verde, Brio ha rafforzato ed allargato l’offerta biologica a scaffale (I, IV e V gamma) dei propri produttori italiani. 

             Evento3